Come lacrime nella pioggia

come lacrime nella pioggiaL’India mi rincorre, almeno nei libri. Mi cade addosso sempre per caso, ed è sempre una scoperta.
Questa volta mi è scivolata tra le mani grazie a Sofia Domino, autrice del romanzo Come lacrime nella pioggia, che punta i riflettori sulla condizione femminile in India.

Un libro scorrevole, benché a tratti ridondante, forse non efficace quanto potrebbe sebbene abbastanza per accendere in chi legge la curiosità di saperne di più di questo lato della cultura indiana spesso lasciato da parte, conosciuto ma in qualche modo sepolto sotto un potente strato di indifferenza.

È coraggiosa Sofia, per questo mi piace: cerca di trovare le parole giuste, e di creare la storia giusta sullo sfondo delle esperienze da lei raccolte, per trattare di un tema difficile, forse troppo.
Le parole sono semplici e veloci, ricorre la parola “Basta” pronunciata più volte da entrambe le protagoniste, due donne, una indiana e l’atra americana: due donne che nello stile della narrazione non hanno abbastanza caratterizzazione individuale e sembrano fondersi in un’unica personalità, e lo sono.
È Sofia, l’autrice, che urla “Basta”, che cerca nel suo piccolo di fare il possibile con quella che sente la sua arma più efficace, la scrittura.

Il libro si può ottenere e leggere gratuitamente tramite il sito di Sofia Domino, che trovate qui, la quale chiede in cambio anche solo un piccolo contributo alla causa delle donne indiane tramite Amnesty International.
Come lacrime nella pioggia sono i sogni delle donne e ragazze indiane: facciamo in modo che si trasformino in un mare, di possibilità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...