Quattro etti d’amore, grazie – Arrosto con le patate

quattro-etti-d-amore-grazie-flipback-r_copertina_piatta_fo_flipL’avevo preannunciato: il momento in cui mi sarei cimentata con la lettura di un flipback.
E devo dire che, come previsto, non mi sono innamorata di questo formato; difficile da fruire, da tenere in mano, da sfogliare. Il mio plauso per l’azzardo e la ventata di novità, ad ogni modo, rimane inalterato.

A farmi perdonare il formato ci ha pensato il contenuto: Quattro etti d’amore, grazie di Chiara Gamberale è un romanzo scorrevole, veloce, per nulla scontato, in cui le storie delle due protagoniste si snodano e si alternano a colpi di carrelli della spesa. Erica e Tea, due personalità all’apparenza- e forse anche nella realtà- così diverse, scrutano l’una gli acquisti dell’altra ricercando in essi quello che non sono ma vorrebbero essere.
Un gioco di occhiate che sognano a suon di liste della spesa, creando una visione ideale l’una dell’altra, riversando in una semplice azione quotidiana le proprie ansie, mancanze e speranze.

Ma la vita e l’amore, quelli reali, non sono neanche lontanamente paragonabili all’ideale che ci costruiamo quando siamo ancora solo in grado di immaginarli. La frustrazione che deriva da questa incompatibilità, tra il reale e l’ideale, porta Erica e Tea a vivere l’una in una bolla, l’altra in un romanzo, così lontane eppure così vicine, così insoddisfatte dalla propria vita da desiderare di vivere quella dell’altra.

E mi sono ritrovata un po’ in Tea, l’artista che vive nel suo modo ideale, ed un po’ Erica, la mamma della famiglia perfetta, che tanto perfetta non è. In un connubio di testa e cuore, dove la vera magia è mantenere l’equilibrio.

Questo romanzo mi ha fatto pensare all’idea che ho di famiglia: un connubio di amore, passione, compromessi e sacrifici, momenti unici e altri sempre uguali, difficoltà e risate. Insieme.

arrosto-tacchino
Il piatto che ho associato immediatamente al libro della Gamberale è l’arrosto con le patate al forno, in particolare quello della ricetta di Pane e pomodoro. Questo è il piatto che più mi ricorda il pranzo della domenica, giorno in cui la famiglia si ritrova, per celebrare e rinsaldare quell’equilibrio che la tiene insieme. Non sempre facile, non sempre difficile, ma sempre bellissimo.

Annunci

4 thoughts on “Quattro etti d’amore, grazie – Arrosto con le patate

  1. A dire il vero è il mio primo della Gamberale…letto perché prestato…ma sono rimasta piacevolmente sorpresa!

  2. Grazie per aver menzionato il mio piatto! Sono felice perchè è anche il mio piatto della domenica, il secondo che mia mamma portava sempre in tavola dopo le lasagne quando riuniva tutta la famiglia! Chiara Gamberale è una persona che mi ha sempre incuriosita ascoltandola alla radio ma di cui ancora non ho letto niente. Devo rimediare assolutamente!

  3. Il flipback non é un formato comodo, nemmeno dal mio punto di vista. Comunque trovo sia bello che continuino a sperimentare nuovi formati editoriali… non credi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...