Brianza night blues

la pongaMi piace leggere cose nuove: sono sempre felice di raccogliere consigli e pareri su autori o titoli sconosciuti, per aprire la mente e conoscere nuove storie. Sono quindi contenta di ricevere mail di scrittori emergenti, che vogliono farsi conoscere e leggere, soprattutto quando ne vale davvero la pena. Ringrazio quindi lo scrittore Alessandro Noseda, per avermi fatto conoscere La Ponga Edizioni, giovane casa editrice indipendente che mi ha affascinato subito.

Traspare molto dalle notizie che provengono dalla rete: innanzitutto serietà, La Ponga infatti non chiede soldi per pubblicare i testi, alla quale segue la necessaria ricerca di qualità, per scegliere pochi testi ma buoni, e solo se ne vale la pena. Il tutto affiancato da entusiasmo e voglia di fare, misto a competenza e un briciolo, non troppo piccolo per la verità, di coraggio e pazzia per intraprendere un percorso tutto in salita nel difficile mondo dell’editoria. Non da ultimo, i prezzi più che abbordabili dei loro titoli, disponibili sia in cartaceo che in e-book.

Da qualche parte, ora mi sfugge la fonte, ho letto che se il punto di forza de La Ponga si ravvede nell’entusiasmo tipico di una nuova impresa, il suo punto debole si palesa nel fatto che i due fondatori non facciano questo lavoro di mestiere. Io trovo invece che proprio questa sia la loro forza: se mantieni viva la passione senza macchiarla con l’aspetto economico, necessario per vivere, puoi contare su un successo assicurato. O almeno non devi scendere per forza a compromessi, come purtroppo sempre in questo ambiente accade.

Brianza night bluesTra i titoli disponibili in catalogo, la mia scelta casuale è caduta sulla lettura di Brianza night blues di Omar Gatti, una raccolta di racconti noir, ognuno dei quali ambientato in una paese brianzolo. E se, per puro gusto personale, non mi sono sciolta nella forma del racconto breve, troppo breve appunto, tanto da ricordarmi semplici esercizi di scrittura creativa, sono rimasta davvero colpita dalla qualità di scrittura del giovane autore. Le pagine corrono e si susseguono con un’evidente cura nella scelta delle parole, con una pressoché assente presenza di refusi (aspetto da non sottovalutare) che presuppone un’attenta fase di editing e preparazione del testo prima della pubblicazione.

Complimenti quindi a La Ponga Edizioni, alla quale non posso che augurare di seguire con tenacia la passione per la ricerca di nuovi e talentuosi autori, che io personalmente continuerò a scoprire con grande curiosità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...