Come un romanzo

come un romanzoNon davo davvero due lire, come si suol dire, al piccolo saggio di Daniel Pennac, Come un romanzo. Ne ho sempre ascoltate le lodi con riluttanza, annebbiata in effetti dal troppo successo che ha riscosso, dalla copertina gialla poco accattivante e dalla presunzione che i saggi di solito sono pesanti almeno quanto una fetta di pandoro ricoperta, letteralmente, di mascarpone (per restare in tema natalizio, valà!). Colpevole anche di aver pensato di aver colto tutto ciò che c’era da sapere sul libro avendo letto in diverse occasioni, e su diversi suporti, le 10 regole imprescindibili del lettore. Ma che errore madornale.

Ci è voluto un evento “tragico”, il Kindle dimenticato in ufficio una sera (di cui potete leggere qui), per scovare nella libreria di casa questo piccolo gioiello. Ammetto che la scelta è caduta su Pennac grazie al numero di pagine, abbastanza per uno massimo due viaggi in treno, poiché stavo già leggendo un altro libro sul Kindle, e non mi piace leggere più libri in contemporanea.

E devo dire che sono rimasta molto colpita. Non tanto dalle regole del lettore, di cui si è detto già abbastanza in svariate salse, dolci e salate. Grande approvazione ha trovato in me la descrizione dell’importanza di leggere ad alta voce, per trasmettere la passione della lettura. L’apoteosi è arrivata quando l’autore propone la lettura ad alta voce dell’incipit più meraviglioso (non si dice, ma facciamo che per questa volta si) che io abbia mai letto in vita mia; quello de Il Profumo di Suskind.

E mi trovo davvero concorde nell’importanza della lettura ad alta voce fin da piccoli. E tornano alla mente le storie della buonanotte lette da papà, e in particolare quella in cui l’arcobaleno perdeva il colore rosso e scendeva sulla terra per cercarlo (ma come si chiamava??)

E poi il ricorda passa oltre, anni più tardi, alla scuola media, in cui leggevamo davvero a voce alta, in classe e insieme, un libro all’anno. Io ricordo l’Amico Ritrovato e L’isola del tesoro. Sicuramente capolavori, ma che al tempo mi hanno lasciato solo molta noia, lo ammetto. Forse non erano le letture più adatte, ma allora quali lo sono??

Ho pensato che alle medie si potrebbero far leggere racconti più che veri romanzi, per non perdere il filo tra una lezione e l’altra. Tipo i racconti di Edgar Allan Poe. Oppure un libro che abbia molte parti da interpretare, da affidare a più ragazzi contemporaneamente, per tener vivo l’interesse.

Non so, io non ho avuto una buona esperienza, ma forse il compito della scuola è quello di insegnare, farti conoscere il più possibile, in modo che poi tu possa scoprire da solo dove riposa la passione.

E voi, che libri avete letto in classe alle medie? che ricordo ne avete?

Annunci

4 thoughts on “Come un romanzo

  1. Ciao!! Prima di tutto complimenti per il blog 🙂
    Alle medie ci sono stati pochi libri che mi hanno lasciato un segno. Ho letto il divertentissimo “Diario di Adrian Mole di anni 13 e 3/4” di Sue Townsend e poi (per piacere mio personale) scelsi dalla biblioteca di classe quello che è tuttora il libro del mio cuore: “L’isola del Tesoro”. Questo mi ha lasciato il sapore dell’avventura talmente stampato in testa che non ho potuto fare a meno, in seguito, di darmi alla scrittura e alle fantasticherie…povera me.

    Da tre anni ormai sono un’insegnante. Alle medie 😀 Leggo sempre libri e racconti di un certo spessore ai ragazzi, perché – come dici giustamente tu – possa accendersi in loro una scintilla, magari una passione. Ho letto loro proprio i racconti di Poe, ad esempio; ad una prima ho letto interamente il Visconte Dimezzato. E sì, la lettura ad alta voce è non una ma dieci volte meglio, per loro e per me. La passione è tutta lì e ai ragazzi arriva dritta come un fuso!

  2. Grazie mille per i complimenti! Complimenti a te per il tuo lavoro (tra i più importanti e difficili del mondo! Ma credo anche ricco di soddisfazione se ci sai fare) 😊

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...