La lettrice bugiarda

Questo libro me l’hanno prestato. Ci tengo a scriverlo perché questo è uno dei motivi per cui credo che i volumi cartacei sopravviveranno ancora per molto tempo. Perché uno dei piaceri maggiori, per me e quindi immagino anche per chi ama leggere, è prestare (anche se forse non per tutti è così) e regalare libri. E mi spiace, ma con il Kindle non si può. Grossa pecca.  

La lettrice bugiarda di Brunonia Barry ha confermato la mia mancanza di acume. Leggendo il titolo infatti mi ero convinta che questo romanzo descrivesse le gesta di una fanatica di libri poco trasparente. Eppure sarebbe bastato soffermarmi sulla copertina per capire che di libri proprio non si parla. La lettrice di Brunonia (ma che nome bellissimo!) si concentra sulle trame del pizzo, che svelano il futuro.

L’idea è davvero interessante, e mi ha colpito e affascinato da subito. Il fatto che la storia sia ambientata a Salem, città del mio adorato film Hocus Pocus (lo ammetto sono stata una fanatica sostenitrice della Disney per tutta la mia infanzia e adolescenza), non poteva che rafforzare la mia approvazione. Unica pecca, uno svolgimento debole della storia, a tratti un po’ confusionario. In ogni caso le pagine si sono lasciate scorrere facilmente e con piacere, come un dolcetto buono anche se non pieno al palato. Uno di quelli di cui si può fare a meno, ma che non dispiace per niente, soprattutto nei momenti di calo ipoglicemico.

E poi lo ammetto, mi piacciono tutte le storie che parlano di streghe e di destino. Che io ci credo.

Annunci

11 thoughts on “La lettrice bugiarda

  1. In realtà sì, con gli ebook si possono tranquillamente prestare e regalare i libri. Parola di chi l’ha fatto 😀 non tutti gli ebook, per fortuna, sono protetti da DRM. Si può sostenere, in parte a ragione, che non è la stessa cosa di prestare e/o regalare un libro cartaceo, ma quello è sempre un altro discorso 😉
    Detto questo… sembra un bel libro, questo. Mi darò un’occhiata in giro in merito. 🙂

  2. Mi hai tolto un peso, allora diciamo che con il prestito di e-book finora mi è andata male. Cercherò meglio, finchè stanerò, tra quelli consentiti diciamo, i non protetti.
    il libro non è male, e la storia è interessante. Se lo leggi, fammi sapere come va. 🙂

  3. Hai ragione. Il cruccio peggiore da quando ho il Kindle è dire a qualcuno: ho letto un libro bellissimo!
    Me lo presti?
    Ehm no… non posso!
    Argh… sto per tornare al cartaceo, lo so….

  4. Non è il mio genere ma l’idea di Salem mi piace perché sono stata in questa città due anni fa. Quanto all’ebook hai ragione, da quando ho il kindle è finito lo scambio…peccato! A presto!

  5. Alternare la lettura di digitale e cartaceo per riappropriarsi di alcuni piaceri, come il prestito di un oggetto. Un libro, appunto.

    Grazie della recensione, ci stavo facendo un pensiero e mi hai ancora più incuriosita. Se lo leggerò (ho una lista infinita, oramai…) mi piacerebbe riparlarne.

    A presto,
    Grazia

  6. Ciao Grazia,
    ultimamente alterno una lettura cartacea a una digitale, in equilibrio le adoro entrambe per pregi e difetti differenti.

    Se poi lo leggi, fammi sapere, che son curiosa di sapere che ne pensi!! Buona giornata 🙂

  7. La cosa bella è che leggendo tue recensioni positive di libri che non conosco sapró di andare sul sicuro 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...