Libri da Liceo Classico?

C’era una volta, tanti e tanti anni fa, una bambina(ragazzina??) che doveva scegliere quale tipo di Scuola Superiore frequentare. Il suo cuore andava verso il Liceo Classico, ma la perfida insegnante di Italiano cercava di dissuadere le sue aspettative, denigrando i suoi sogni.

“Sono consigliate tutte le scuole ad indirizzo umanistico, tranne il Liceo Classico”, veniva detto ai genitori, giustificando questo giudizio mascherato da “consiglio” adducendo le difficoltà di memorizzazione della piccola (solo di età eh!) studentessa. Si impegna, poverina, ma è un po’ superficiale nello studio, non approfondisce. Non potrà mai frequentare una scuola così difficile, così pesante, dove è richiesta dedizione oltre a molte ore di studio e un cervello sveglio.

Ora, in ogni caso, io mi sono sempre chiesta da quel giorno in avanti: ma tutte le scuole ad indirizzo umanistico tranne il Cassico, ma quali sono????? Rimane forse il SocioPsicoPedagogico? No, perchè poi la perfida insegnante corresse il suo giudizio indicando: tutte le scuole ad indirizzo umanistico tranne i Licei. Quindi, escluso anche questo cosa rimaneva? L’ITPA?? o che altro?? io non l’ho mai saputo, e neanche la mia Prof. ha mai saputo darmi una risposta in merito.

Comunque, imperterrita, sono andata per la mia strada. Forse i miei professori non avevano colto la mia grande motivazione sotto quella scorza pacioccona, e sotto quelle lacrime grandi che salavano il banco in svariate occasioni. Per migliorare i rapporti e stemperare tensioni, la mia insegnante cominciò così a darmi voti bassissimi nei temi in classe e a commentare apertamente le mie insufficienze davanti all’intera classe: “E come pensi di poter fare il Liceo Classico con queste argomentazioni??”. Ma, se anche le sue provocazioni mi scomposero, e molto, ho tenuto fede al mio sogno di allora grazie anche al sostegno di mammà. Non sto a raccontare gli anni passati a studiare sei ore al giorno e l’impegno che ci ho messo (condito anche da tanto divertimento né!).

Oltre alla questione voti, la perfida Prof. cominciò a denigrarmi in qualsiasi modo. “Come pensi di poter fare questa scuola, se non hai mai letto un vero Libro da Liceo Classico?? Devi leggere libri tipo Il Dio del Fiume di Wilbur Smith!”

Ora, io quel libro lo lessi durante le vacanze estive, perché volevo prepararmi al meglio per il mio nuovo viaggio nel mondo dell’istruzione. E sono rimasta a tratti sconcertata: voglio dire, in alcune parti mi è sembrato alquanto scabroso, troppo sessualmente esplicito…ma insomma, se questo è un Libro da Liceo, non si discute.

E col senno di poi, tanti e tanti anni dopo, mi chiedo: è davvero un libro da consigliare a una ragazzina di 13 anni? Wilbur Smith alla fine mi ha anche preso, e ho letto in quel periodo molti dei suoi libri (che chiaramente ora non ricordo), ma se fossi io un’insegnante oggi, che volumi farei leggere ai miei ragazzi?? Quali sono i libri per i giovani??

Forse proporrei alcuni titoli di Valerio Massimo Manfredi, tipo lo Scudo di Talos, oppure…non lo so. Ammetto che al momento non mi vengono in mente titoli che ritengo adatti. Aiutatemi se vi va, perché vorrei poter consigliare meglio una piccola futura perla del Ginnasio, se mai me ne capitasse nuovamente l’occasione.

 

Annunci

17 thoughts on “Libri da Liceo Classico?

  1. Io al ginnasio adoravo la saga si DragonLance di Margaret Weis e Tracy Hickman. Quindi li consiglierei ad un/a tredicenne. Ed un pò tutta la letteratura fantasy. Chiaramente Tolkien.
    I libri di Manfredi non so se li consiglierei, per quanto ora mi piacciono molto, non so se al ginnasio li avrei apprezzati!

  2. A me è capitata una cosa parecchio simile: l’ultimo anno delle medie alcuni -tra cui io- potevano fare latino con il preside. Io seguivo la lezione, capivo, ma poi a casa non studiavo. Semplicemente, con le altre materie mi bastava ascoltare in classe e dare una rilettura a casa, e mi ricordavo il necessario. Non funzionava così con le declinazioni, ovviamente.
    Quindi, quando i professori mi hanno detto che potevo fare il liceo, il preside ha convocato prima mia madre, poi mio padre, poi ha avuto un colloquio a quattr’occhi con me. Il tutto per dirci: non ci provate, io so cosa vuol dire.
    La mia prof. di matematica: pure io so cosa vuol dire, e per me va bene.
    E il preside: no, non mi avete ascoltato, questa al classico NO.
    Cinque anni dopo sul mio diploma stava scritto: Licenza classica, 88/100. Stavo per farne una copia e mandargliela a casa, corredata di un bel “grazie del consiglio che non ho seguito. Cordialmente, Libraia.”

    L’ho incontrato qualche anno dopo, e mi ha detto: “Allora, che hai fatto nella vita? Sei andata al liceo?” “Sì, al classico.” “Oh, brava! hai fatto proprio bene!”

    Ehm…

  3. aahhahahaha, Libraia che ridere…anch’io quando ho rivisto la mia insegnante le ho fatto presente che il liceo l’avevo finito..e senza perdere neanche un anno!!! La sua risposta, è stata un mini sorriso di ordinanza, seguiti da imbarazzo e una scusa che l’ha costretta a salutatmi e andarsene…hihihihi

  4. Ciao Endorphin!! devo dire che non sono molto ferrata sul genere fantasy..per rifarmi quindi delle mie mancanze mi riprometto di leggere i libri di Dragon Lance, che mi pare di aver visto impolverati nella libreria di mio fratello..Tolkien mi sembra un po’ difficile per quell’età. nooo?? ma anche qui, non posso dire molto, perchè ammetto ho fatto fatica a finire il primo libro del Signore degli Anelli, e ho abbandonato a metà Le due Torri…ma mi riprometto di tornarci su 😉

  5. A me è capitata la situazione opposta, nel senso che i professori mi consigliavano di fare il classico, ma la mia famiglia me lo sconsigliava caldamente!Alla fine ho fatto ciò che mi sentivo, avevo paura di non essere all’altezza di una scuola così e non avevo chiaramente nemmeno una tradizione familiare o un background che mi ci indirizzasse, ho seguito solo le mie passioni e mi è piaciuto moltissimo!Riguardo ai libri da consigliare non saprei, a me fecero leggere (che ricordo) “Vestivamo alla marinara” di Susanna Agnelli, lo “Hobbit”, “Se questo è un uomo”, Vasco Pratolini con “Cronache di poveri amanti”, “Un’infanzia italiana” di Carlo Castellaneta, “Il giardino dei Finzi-Contini” – odioso- e poi Calvino con “Il cavaliere rampante” e “Il castello dei destini incrociati”, poi il classico “Il nome della rosa” di Eco. Non so quanto siano davvero preparatori questi libri……..alcuni non li ricordo nemmeno nella trama…….Per conto mio mi capitò di scegliere di leggere “il mondo di Sofia” di Jostein Gaarder che mi appassionò moltissimo e non vedevo l’ora poi di andare ad ascoltare le lezioni di filosofia!Forse alla fine ciò che conta di più è la volontà di imparare e la passione nel farlo, qualsiasi lettura che appassioni andrà bene!Baci!

  6. Approvo i libri che hai citato Fede, e devo dire che con uno ci ho provato: ho regalato tra la terza media e la prima superiore il nome della rosa a mio fratello…ma non ha avuto molto successo, credo non sia stato neanche mai aperto. Peccato!

  7. Ebbene sì!Mi sono sempre proposta di finirlo, ma poi altri titoli lo hanno sorpassato!E’ sicuramente una pietra della letteratura italiana, ma ahimè la giovane età me lo fece abbandonare, mi cadeva sempre in testa (ed è pesantino anche in quel senso!) prima di dormire…..;-)

  8. No, Tolkien è DA LEGGERE a quell’età e poi rileggere e rileggere e rileggere. Se è piaciuto. Sennò bon, resta nella libreria.
    Comunque io il nome della rosa non lo consiglierei MAI ad un ragazzino del ginnasio, semmai già a 18-19 ann (per quanto mi piaccia molto; io comunque l’ho letto a 21 anni)!

  9. Endorphin, ora mi hai stuzzicato e ho voglia di rileggere Tolkien, o qualcosa di suo che non ho mai letto. Mi piace un sacco vedere che ci sono opinioni e sensazioni così diverse sui libri, conferma che hanno carattere!!!!!!! 🙂

  10. Io quest’anno devo frequentare la IV ginnasio, sono andata contro il parere delle mie prof. che mi avevano consigliato un liceo di scienze umane, ma sono contenta perchè sono ancora più motivata a fare del mio meglio… 😀

  11. Complimenti Clarissa, vedrai che non te ne pentirai, se seguirai la tua passione!! E, ti dirò, sono stati anni duri per lo studio, ma anche i più divertenti che io ricordi!
    In bocca al lupo!!

  12. Mmm… Wilbur Smith dai 12-13 anni in poi ce lo vedrei, anche. Dopotutto in TV si vede di peggio e i genitori o gli insegnanti non si fanno così tanti problemi a lasciare i giovani in salotto davanti allo schermo. Sai che ti dico? Per un’età del genere puoi leggere di tutto. Basta che ti piaccia. Che non te lo impongano come compito in classe.

    Una cosa: preoccupati quando ti dicono di NON leggere un libro. Se ti dicono di leggerne uno, anche se ti sembra troppo avanti per l’età o gli argomenti, va bene. Ma se ti dicono di non leggere un titolo… consiglio mio: leggilo prima degli altri che ti hanno consigliato.

  13. Cara Librini, sono d’accordo, a quell’età si può leggere di tutto, o forse quasi. Perché il bello è che si è ancora acerbi dal punto di vista dei gusti letterari, e quindi bisogna scoprire, cercare, provare, assaggiare di tutto. Per questo credo sia altrettanto opportuno e auspicabile avere una buona guida o un buon suggeritore(più che consigliere), da seguire oppure no. Perché la letteratura e la lettura possono appassionare follemente come spaventare indissolubilmente. Per questo credo di amare tanto leggere e di non capire niente di matematica. Questione, non solo ma anche, di stimoli e persone incontrate sulla via.

  14. Io faccio la terza media,la mia passione è l’italiano,greco,latino,arte…ma non sono sicura del Classico perché non sono una ragazza che sopporta più di 5 ore!

  15. Sono passati un po’ di anni da quando ho frequentato io il Liceo, ma credo che ancora oggi ci voglia una bella dose di impegno, e tanta passione. Scegli col cuore, e sii serena, vedrai che andrà bene in qualsiasi caso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...