Vampiretto cambia casa

Questa settimana per il Venerdì del libro di Paola ho letto il secondo libro della serie Vampiretto, il primo purtroppo non è ancora disponibile in biblioteca. Non potete capire che emozione, e quanti ricordi sono saliti a galla. Ed eccomi di nuovo nella mia cameretta, seduta sulla moquette accanto al letto (negli anni ottanta si usava la moquette…non è colpa mia!) con le gambe rannicchiate e gli occhi incollati alle pagine. Brividi di paura, ansia e curiosità, ho provato le stesse sensazioni di anni e anni fa. Solo che ora sono grande, e non posso che guardare lamiolo piccola con tanta tenerezza e un sorriso sulle labbra.

I personaggi sono meravigliosi come i disegni che li rappresentano: c’è Anton, il bimbo protagonista, Rudiger alias Vampiretto (ma che nome pazzesco è Rudiger???!!),la sorellina  vampira Anna, che è ancora piccola e non ha i canini quindi beve solo latte, il fratello maggiore di Vampirello, Lumpi, nel periodo della pubertà con gli sbalzi di voce, e la cattiva  Vampira, Zia Dorothee. E io lo dico, li amo tutti.

Mi ricordo che anche da bambina, la mia ansia più grande non derivava dai cimiteri o dai vampiri, ma dal fatto che Anton disobbedisce ai genitori e mente loro per spassarsela coi suoi amici notturni. Va a feste vampiresche, trasporta una bara e la nasconde in cantina, scavalca il muro del cimitero. Ma io proprio no, non potevo sopportare  la paura che venisse scoperto da mamma e papà. E ancora oggi ammetto che mi è difficile trasgredire alle regole.

Ultimo appunto: mi sono sempre domandata: ma come è possibile che i genitori lascino questo bambino da solo di sera, per uscire a cena o andare al cinema…insomma ha solo 10 anni, e neanche una tata nei paraggi. Sarà esigenza letteraria, o davvero le mamme tedesche sono così avanti da dare dare tutta questa indipendenza e libertà ai bambini??? Mah.

Annunci

5 thoughts on “Vampiretto cambia casa

  1. Quanti anni ha la tua bimba?? io direi si possa leggere intorno ai 9/10 anni, dipende quanto piace leggere…i capitoli sono di circa due pagine, quindi se ne può leggere uno alla volta con calma, e ci sono poche figure, in bianco e nero. Sono otto libri fantastici, l’unico problema è che credo siano fuori produzione (quello che ho descritto qui è del 1989..), ma io li ho trovati senza problema in biblioteca. Fammi sapere poi se li leggete se vi piacciono! io li consiglio caldamente 😉

  2. Pingback: Homemademamma » Venerdi’ del libro: “Il quaderno di Maia”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...