Un mese e non sentirlo!

Sono particolarmente stanca stasera, sono arrivata a casa super tardi e ho un sonno pazzesco (e qui mio papino direbbe: e dove sta la novità? – che poverino glielo ripeto tutte le mattine al telefono). A proposito, auguri Miolz!!!! che ti adoro, non c’è bisogno che lo scriva pure qui 😉

Comunque il motivo di questo post era un altro. Oggi è un mese esatto che sto qui. Che fame di libri c’è (anche se per me la fame e i libri ci sono sempre stati). E devo prendere ancora le misure, tecniche, letterarie e potenziali. Sto cominciando a capire come muovermi, giorno per giorno, in questo universo parallelo che è la rete e che mi ha sempre attirato quel che basta per tenermi sempre un po’ distaccata. Che non ho mai parlato con gente sconosciuta prima, che poi chissà chi c’è dietro e la mamma si arrabbia e poi che vergogna e imbarazzo esser sempre giudicati. E se poi scrivo male? E se poi non mi legge nessuno?

Sai che c’è? Chissene. Questa è la mia frase preferita di questo periodo. Voglio riprendermi il tempo perso, le parole sfuggite nella mente, l’autostima e il coraggio e metterci personalità (quella poca che ho, se ne ho). Questo blog è il mezzo per non lasciar scappare esperienze e emozioni, ispirate dai libri per lo più, che ho già parlato di quanto sono smemorina, e allora prima per me, e poi per gli altri, se gli va.

E se agli altri non va, pazienza. Chi c’è c’è.

Il bello di questo primo mese, è che oltre a capire come muovermi, sto conoscendo piano piano persone che mi stanno aiutando a farlo. Un’accoglienza meravigliosa, di persone che non so chi sono, ma un po’ forse sì, persone belle che non ti fanno sentire indietro, ti aprono la porta virtuale di casa, e ti offrono pure i pasticcini. Unite tutte da una grande passione, che è il comunicare e confrontarsi, nella lettura come nella vita, in mille sfaccettature diverse.

E mi sa che mi ci trovo bene qui, e spero arrivi il tempo che i pasticcini li potrò offrire anche io (ma li compro eh!!).

Quindi grazie a chi c’è, a chi c’è stato fin dall’inizio e a chi se ne andrà e a chi arriverà. E del resto: Chissene.

P.s.: poi dico che non sono e non mi piace fare la smielosa mignimi…ma a chi la do a bere!!

Annunci

2 thoughts on “Un mese e non sentirlo!

  1. ebbrava lamiolo 😉 Aggiornamenti:
    – sono ufficialmente dipendente dal mio kindle almeno quanto sono dipendente dalla lettura, con il vantaggio che ce l’ho SEMPRE in borsa, e quindi se possibile leggo ancora più di prima
    – 22/11/63 di King mi è piaciuto, non è impegnativo (se non si considera il numero di pagine, ovviamente) ma ti tiene abbastanza incollata
    – dopo aver visto il film mi sono decisa ad affrontare “I miserabili” (con vergogna ammetto che non l’ho mai letto)
    – SEI BRAVA, continua così!! :*

  2. Uella Maddy!!! capisco la dipendenza da kindle, ormai più del cellulare e manca solo che me lo porti sotto la doccia!! E sto approntando una collezione primavera/estate di vestitini mica male, che a giorni pubblico, così li vedi ;).
    – sto leggendo il libro che mi hai consigliato, gli ingredienti segreti dell’amore, ma purtroppo subisce la sfiga di venire dopo i tre moschettieri, di cui sono entusiasta!
    – King lo metto in lista, che almeno uno va letto nella vita dai
    – faccio parte della schiera di quelle che i miserabili non l’hanno mai letto, quindi se poi mi dici che ne vale la pena lo aggiungo
    (Mazzate ho una lista lunghissima di libri..e ne voglio leggere sempre di piùùùùùù) 🙂
    Besos!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...