La Grande Abbuffata…(meglio i libri del cioccolato)

Lo sapevo che sarebbe successo. Ci sono cascata di nuovo. Ieri sera invece di scrivere qui ho passato le ore a scegliere ebook e caricarli sul Kindle. E mi sono fatta prendere la mano. Una volta che comincio è difficile smettere: e guarda i titoli e confronta le recensioni e cerca spunti e carica carica carica. Ora ho circa una decina di libri sul mio bimboKindle (è un maschio, ma gli ho comprato un bel vestitino a fiori colorati giusto per non minare la sua identità sessuale, così piccolo e già confuso), e la fila di titoli sul mac si allunga, e la lista dei desideri si fa infinita.

È che non so resistere, sono fatta così. Da sempre punto sulla quantità e non sulla qualità (se poi le due cose coincidono tanto meglio).  È il mio modus vivendi, anche col cibo mi comporto così (chiaramente altra passione sfrenata). Fin da piccola, ero una di quelle che quando per merenda all’asilo davano pane e cioccolato mangiavo prima il panino per lasciare per ultimo il cioccolato più buono, così il gusto durava di più in bocca.

E diciamolo, sono un’ingorda. Sono una che quando mangia non mastica e manda giù tutto con l’imbuto (e poi dico che ho il metabolismo lento…). Che quando vede un cibo che le piace sembra di essere in tempo di guerra, che chissà quando mi ricapita di mangiare la pasta fatta in casa (tutte le settimane). Sono una di quelle che da piccola era capace di farsi fuori un pacco intero di biscotti e merendine in una volta sola, e anche ora se non sto attenta. Una di quelle che mangia con foga e di nascosto, come se nessuno poi si accorgesse..ahahhaha che ingenua. Ora forse si capisce meglio la scelta del nome per il blog.

Il mio rapporto con i libri è uguale a quello che ho col cibo e con la vita in generale, tutto e tanto e subito. Che le emozioni devono essere sempre forti, in positivo o in negativo, se no sembra di restare fermi, che la monotonia e la serenità non sia mai! che brutta roba e che parole scontate. A volte sono proprio una babba.

Comunque, dicevo, anche con i libri sono così, mi ci abbuffo. Ne voglio tanti e li voglio leggere tutti tutti tutti. E spesso mi ha dato un grande senso di impotenza sapere che non riuscirò mai a leggerli tutti, anche quelli che non meritano. Che poi, come col cibo, se inizio un libro lo devo finire per forza. Non si avanza il cibo nel piatto.

E lo so che dovrei smettere, e dovrei darmi una regolata, che mi creerei anche meno ansia, ma sai che c’è, leggere mi fa bene. Mi riempie come mangiare una scatola di biscotti. Colma quelle falle che ho già ricucito nel cuore, ma resta sempre qualche piccolo buchino. E allora perché no? alla fine, meglio i libri del cioccolato, che almeno non ingrasso!!

Annunci

7 thoughts on “La Grande Abbuffata…(meglio i libri del cioccolato)

  1. E dai e dai, alla fine mi hai convinto…dopo un ebook letto sull’iphone, con grande soddisfazione legata all’eliminazione della borsa dedicata al libro ma grande frustrazione legata alla frequenza con la quale mi toccava girare pagina (lo schermo è oggettivamente un po’ piccolo, è evidente che non è stato pensato per essere un lettore di ebook)…ho finalmente ceduto e ho appena ordinato un kindle, con tanto di cover rigorosamente viola! Lo attendo con ansia, dovrebbe arrivare mercoledì…ti farò sapere :)) L’unica fregatura è che il libro-da-un-milione-e-mezzo-di-pagine che sto leggendo (22/11/63 di King) ormai l’ho comprato in cartaceo, e almeno per quello dovrò mantenere la borsa dedicata al libro!

  2. Ebbrava Maddy!!! vedrai che da buona pendolare non te ne pentirai!! E poi lo schermo retroilluminato f amale agli occhi, vedrai che con il kindle non succede. Io ho capito di non farcela più quando a gennaio ho letto Shantaram (950 e passa pagine trasportate avanti e indietro sul passante..). Allora, aspetto un commento su King (di cui non ho mai letto niente…ci credi??) e consigli sui prossimi titoli da comprare!!! p.s.: ma sai già se il tuo bimboKindle è maschio o femmina?? il viola va con tutto 😉

  3. mmmm devo vederlo per capire…ma ho idea che sarà una femminuccia 🙂 così li facciamo conoscere ahahahahah!
    Anche io non avevo mai letto niente di King, ma questo mi ispirava perchè parla dell’assassinio di Kennedy… sono a metà e mi sta piacendo abbastanza!

  4. ti ricordo però che il mio è maschio, ma con il vestito a fiori..credo quindi preferirà Rupert Everett alla tua bimbaKindle…ahhahaha…fammi sapere quando finisci King se ne vale la pena, che magari lo aggiungo alla lista desideri!!

  5. …e a proposito di consigli per i prossimi titoli, se vuoi qualcosa di non particolarmente impegnativo ma che ti lascia con un sorriso (e ti fa sognare Parigi, che fa sempre bene), ho letto “Gli ingredienti segreti dell’amore” di Nicolas Barreau… se mi ricordo te lo porto al prossimo ritrovo delle CCS 😉

  6. Bien!! e me lo segno, che se ci vediamo tra millenni magari lo prendo in biblioteca, se non lo trovo su Amazon…grazie della soffiata!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...